Genitori ossessionati dallo smartphone

Genitori ossessionati dallo smartphone


Pin It
Kidzinmind

Kidzinmind

Le nostre abitudini quotidiane possono essere pericolose, per noi stessi, per gli altri e soprattutto per i nostri figli. Prendiamo ad esempio l’utilizzo ossessivo che in tantissimi fanno dello smartphone, certi che non possa mettere a repentaglio la salute dei propri bambini. Eppure, secondo uno studio condotto recentemente in Gran Bretagna alla Royal College of Paediatrics and Child Health almeno un genitore su quattro genitori ha ammesso di essersi distratto con il telefonino a tal punto da non accorgersi del pericolo che incombeva sul proprio piccolo. Un aspetto tanto allarmante che è stata addirittura coniata una parola per descriverlo: “smombies”, che definisce coloro che camminano con lo sguardo fisso al display. Come ha spiegato il dott. Chodarhi, che ha coordinato gli studi: “Gli incidenti avvengono per lo più quando siamo distratti dal telefonino”, portando come esempio un bambino che si scotta bevendo una bevanda troppo calda, oppure che ingerisce un detersivo, magari mentre mamma o papà sono intenti a rispondere a un messaggio. Lo studio, presentato in occasione del Child Safety Week, evidenzia anche un altro dato allarmante: i genitori sono costantemente attratti dal proprio cellulare, lo controllano a ripetizione, non lo perdono mai di vista. Almeno l’85% dei genitori ha confessato che quando sentono lo squillo o la vibrazione di un messaggino va immediatamente a verificare per capire di cosa si tratta. Un panorama preoccupante, se si considera che proprio in Gran Bretagna gli incidenti sono al secondo posto nella classifica delle cause di morte infantile. E pensare che basterebbero poche accortezze per evitarli e un po’ più di attenzione: prima di tutto evitare di attraversare la strada mentre guardiamo lo schermo.

 

Image Depositphotos/tinx

Pin It

+ There are no comments

Add yours