Il braccialetto per il controllo a distanza dei bambini

Il braccialetto per il controllo a distanza dei bambini


Pin It

rabelaisIl braccialetto per il controllo a distanza dei bambini

Fino a che punto possiamo fidarci a lasciare i nostri bambini, mandandoli a giocare in cortile o al parco sotto casa con gli amici, come si faceva una volta? Erano meno attenti i nostri genitori o il mondo di oggi è diventato più pericoloso? Oppure, semplicemente, possiamo sfruttare la tecnologia per tentare di limitare possibili rischi? Forse, come insegnano i Latini, ‘in medio stat virtus’, e senza eccedere nell’ossessione un ausilio non va rifiutato, né demonizzato. Detto questo, quanti di voi utilizzerebbero il nuovo LG Kizon Tracker Kid? Si tratta di un nuovo dispositivo, una sorta di braccialetto elettronico, pensato per il controllo e il monitoraggio dei bambini: sarà installato inizialmente sui dispositivi ‘wearable’, come l’LG G Watch, ma sarà connesso anche agli altri strumenti. Ha lo specifico compito di controllare i bambini fuori casa e, nelle intenzioni dei realizzatori, dovrebbe prevenire fenomeni come i rapimenti o più semplicemente il loro smarrimento, magari in situazione di maggiore confusione come la visita a una città sconosciuta, una festa di paese o una gita di classe: collegato con i dispositivi in uso a genitori e insegnanti, darà la possibilità, in tempo reale, di sapere dove si trova il piccolo. Per ora, la presentazione ha coinvolto l’Asia e gli Stati Uniti, ma presto la nuova tecnologia di monitoraggio bambini sarà presentata anche in altri Paesi. L’obiettivo è quello di fare in modo che gli adulti siano più sicuri, ma, tanto per fare l’avvocato del diavolo, viene da chiedersi se non possa avere l’opposto effetto di rendere invece insicuri i nostri bambini, impedendo loro di crescere imparando a guardarsi attorno e a riconoscere i pericoli… tanto, c’è il braccialetto magico che li salva. Forse, come già detto, ‘in medio stat virtus’!

Pin It

+ There are no comments

Add yours