Sabina Mamma Tech

Sabina Mamma Tech


Pin It
KidzInMind App per bambini

KidzInMind App per bambini

Secondo alcuni educatori, i bambini dell’asilo sono bravi con il tablet ma asociali e imbranati, Abbiamo chiesto a Sabina, mamma blogger che molti di voi conoscono come TheSwingingMom, cosa ne pensa.

In parte sicuramente si stanno modificando le abitudini e le attitudini dei più piccoli. Qui al nord l’aspetto “sociale” è sempre un po’ più difficile rispetto al sud o a “paesini” piccoli, anche solo per il clima che invoglia meno a uscire, giocare al parco ecc. Ma devo dire che la “reazione” delle mamme 2.0 qui è anche molto attenta e puntuale per cercare di contrastare i due problemi che citate. L’offerta di laboratori creativi, di ludoteche e centri per divertirsi con i coetanei o con mamma e papà è davvero vastissima e in molti casi anche di grande qualità. Sono pertanto fiduciosa, certo è che però le buone abitudini, la cosiddetta “netiquette” dobbiamo farla partire da noi adulti, mostrare ai nostri figli che è possibile un uso intelligente di device o social network.

I tuoi bambini da che età usano tablet e smartphone? Con quali modalità?

Io ho tre bimbi: il grande ha 5 anni, la mezzana 2 e mezzo e il piccolino 6 mesi. Il mio primogenito sa usare perfettamente tablet e smartphone, già dai 18 mesi-2 anni circa. Usa le applicazioni che abbiamo installato per lui e guarda video di cartoni su Youtube (riconosce l’icona rossa e sa aprirla da solo già da un bel po’, tanto che ho preferito inserire un filtro per evitare che capitasse su qualche contenuto poco idoneo)

La mezzana è quasi allo stesso livello, anche lei sa accendere/spegnere, tocca col ditino da sinistra a destra per riattivare lo schermo, sa aprire le icone e chiamare il papà al telefono da sola, non chiedetemi come faccia!!

Per il piccolino ovviamente è presto, ma già dà segnali preoccupanti di interesse, mi strappa l’iphone di mano!

Come si può usare la tecnologia per attirare l’attenzione dei bambini senza però perdere il controllo?

Anzitutto limitandone l’uso a situazioni di relax post cena o pre riposino pomeridiano, poi controllando e vigilando sui contenuti (io mi accorgo subito se anziché risuonare la musichina di Shaun the sheep o Masha, sono finiti su altri video con un audio adulto. Se poi fanno capricci/dispetti sanno che i cartoni sono off limits, quella sera.

Gli esperti sostengono che i vantaggi dell’utilizzo di smartphone e altri dispositivi digitali siano superiori rispetto ai rischi. Cosa ne pensi? 

Penso che la tecnologia sia uno strumento. Potentissimo, è vero e quindi fa paura a molti. Ma come tutti gli strumenti è, nella sua essenza, qualcosa di “neutro”, usarne bene o male dipende da chi lo utilizza. Certo, io sono la prima a definirmi “webaholic”, un po’ di effetto dipendenza lo crea, questo forse è l’aspetto che, come mamma (ma anche verso me stessa!) più mi impensierisce.

 

Pin It

+ There are no comments

Add yours